Bankitalia: rialzi tassi mutui, su famiglie impatto limitato

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – ROMA, 25 NOV – Non desta particolari timori in Banca d’Italia l’impatto dell’aumento dei tassi sui mutui delle famiglie grazie all’alta quota (il 60%) di quelli fissi anche se negli ultimi mesi si registra un aumento dei finanziamenti variabili per le politiche delle banche e la volontà dei clienti di partire con una rata più bassa.
    Nel rapporto stabilità finanziaria della Banca d’Italia si stima che a un aumento di due punti percentuali di un mutuo a tasso variabile si avrebbe una crescita delle rata del 17%. Nel complesso “l’esposizione al rischio di un aumento dell’onere del servizio del debito sui prestiti per l’acquisto di abitazioni è contenuta”. L’indebitamento in rapporto al reddito è stabile e molto più basso della media dell’area euro; il tasso di deterioramento dei prestiti rimane basso. I rischi per la stabilità finanziaria derivanti dal settore sono circoscritti.
    Gli analisti dell’istituto centrale notano però un fenomeno degli ultimi mesi: i tassi variabili sono tornati a salire fino a rappresentare la maggioranza. Un comportamento delle banche ma anche il desiderio delle famiglie di partire con minore esoborso. Va detto che la crescita dei tassi sarà mitigata dai meccanismi di cap che sono previsti dal 40% dei nuovi mutui variabili. (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source