Bankitalia: utile lordo 2021 a 9, 2 miliardi di euro

Pubblicità
Pubblicità

La Banca d’Italia chiude il 2021 con un utile lordo, prima delle imposte e dell’accantonamento a fondo rischi, di 9,2 miliardi di euro, 1 miliardo in meno del 2020. E’ quanto ha annunciato il governatore Ignazio Visco all’assemblea dei partecipanti al capitale sottolineando come “la riduzione è imputabile per 0,8 miliardi ai risultati da negoziazione (nel 2020 si erano registrate plusvalenze da cessioni azioni e quote fondi) e per 0,5 miliardi al margine di interesse”. 

a somma “complessivamente destinata allo Stato” fra utili e imposte del bilancio della Banca d’Italia per il 2021 raggiunge 6,8 miliardi di euro. E’ quanto afferma il governatore Ignazio Visco intervenendo all’assemblea dei partecipanti del capitale. Visco ha sottolineato come a fronte dell’utile netto di 5,9 45 miliardi ” l’utile residuo per lo Stato (dopo i dividendi ai partecipanti al capitale ndr) sarebbe pari a 5.565 milioni” cui vanno aggiunte “imposte di competenza per 1.236 milioni”. Negli ultimi cinque anni l’importo cumulato allo Stato raggiungerebbe così 28,5 miliardi, oltre a imposte di competenza per 6,3 miliardi
“L’invasione russa in Ucraina, oltre al dramma di lutti, violenze, distruzioni che reca con sé, è destinata a produrre ferite sociali ed economiche profonde”. Lo afferma il governatore della Banca d’Italia Ignazio Visco. Si tratta, afferma, “di una rottura drammatica del processo di integrazione economica e finanziaria internazionale che, se non risolta rapidamente in modo pacifico, potrebbe avere pesanti ripercussioni sull’approvvigionamento energetico dell’Europa, sull’inflazione, sulla domanda interna e sugli scambi internazionali. Non ultimo sul rispetto dei tempi della transizione energetica”

   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source