Borsa: Asia apre il mese in profondo rosso, Tokyo -2,3%

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 01 OTT – Le Borse asiatiche entrano nel mese di ottobre col piede sbagliato alla luce anche della frenata dei listini statunitensi dove l’indice S&P500 ha chiuso al livello più basso dallo scorso luglio estendendo al 5% le perdite di settembre. A Tokyo il listino è in caduta del 2,31% e non meglio è andata a Sydney (-2%), e a Seul (-1,5%) mentre le Borse cinesi sono chiuse per la Festa Nazionale con ferie che dureranno un settimana. Anche Hong Kong si è fermata oggi.
    Almeno due fattori hanno influito sui mercati dove i futures europei e americani sono in calo. Primo, negli Usa le lotte interne ai Democratici di Joe Biden fanno capire che i suoi ambiziosi piani di spesa saranno probabilmente ritardati o ridotti. I titoli di stato Usa sono saliti con il rendimento a 10 anni sceso sotto l’1,5% mentre il dollaro ha aggiunto guadagni alla settimana che si sta per concludere.
    Secondo, il petrolio ha recuperato dopo una seduta tumultuosa dove hanno pesato i timori che la Cina abbia ordinato alle sue principali compagnie di assicurarsi le forniture di energia a tutti i costi alla luce delle attuali carenze, spingendo la Casa Bianca a ribadire le proprie preoccupazioni sull’aumento dei prezzi.
    In giornata dagli Stati Uniti sono attesi alcuni indicatori macro, in primis l’Ism manifatturiero. (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source