Borsa: Asia contrastata, attenzione a rialzo Treasury

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 17 FEB – Si muovono in ordine sparso le Borse asiatiche, dove prevalgono i segni meno con l’eccezione di Hong Kong, in rialzo dell’1,3%, e Taiwan, che ha guadagnato il 3,5%. Tokyo ha terminato le contrattazioni in calo dello 0,6%, Seul dello 0,9% e Sydney dello 0,5% mentre i listini cinesi continuano a restare chiusi per le festività del Capodanno lunare.
    Poco mossi anche i future sull’Europa e Wall Street mentre gli investitori si interrogano sugli effetti che una vendita cospicua dei bond governativi per approfittare dei rialzi dei rendimenti – a partire dai Treasury americani – possa avere sul mercato azionario, le cui valutazioni stellari beneficiano della montagna di liquidità iniettata dalle banche centrali.
    Continua intanto la corsa del petrolio, alimentata dall’ondata di maltempo in Texas, con il wti a 60,32 dollari e il brent a 63,70 dollari, entrambi in rialzo dello 0,5% mentre il bitcoin ha superato nuovamente i 50 mila dollari e il trading che punta sulle spinte inflazionistiche legate alla ripresa economica spinge le quotazione di asset di commodities, titoli ciclici e asset i cui valori dovrebbero beneficiare dall’uscita dalla crisi pandemica. Per Citi alla luce del “sentimento molto positivo, dei livelli di valutazioni tirati e di una revisione degli utili al ribasso” il rischio di un calo del 10% dell’equity americano è “plausibile”. (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source