Borsa: Asia contrastata, occhi su Fed e Bce, Tokyo +0,71%

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 13 DIC – Chiusura contrastata per la prima seduta della settimana in Asia e nel Pacifico, con Tokyo (+0,71%) positiva insieme a Shanghai (+0,4%) e Sidney (+0,35%), mentre hanno ceduto Taiwan (-0,33%) e Seul (-0,28%). Ancora aperte Hong Kong (+0,05%), Mumbai (-0,33%) e Singapore (-0,12%).
    Positivi i futures sull’Europa e sugli Stati Uniti con gli occhi degli investitori puntati al Fomc della Fed di mercoledì e al direttivo della Bce il giorno successivo. Contrastati i dati sugli ordinativi di macchinari in Giappone, cresciuti oltre le stime in ottobre (+3,8%) rispetto al mese precedente, ma più a rilento su base annua (+2,9%). In linea con le stime (+1,3%) la variazione dei prezzi all’ingrosso in Germania in ottobre, mentre è atteso l’indice trimestrale della disoccupazione in Italia e in serata la Banca d’Inghilterra pubblica il rapporto sulla stabilità finanziaria.
    In rialzo il greggio (Wti +1,23% a 72,55 dollari al barile), corre il gas (+10,04% a 116,39 euro al Mwh), positivi i principali metalli ad eccezione di alluminio, rame e nichel. In crescita il dollaro a 1,12 sull’euro, 1,32 sulla sterlina e a 113,53 yen. Segno meno a Tokyo per gli automobilistici Toyota (-2,44%), Honda (-0,63%) e Yamaha (-1,62%). In luce invece i produttori di semiconduttori Tokyo Electron (+1,37%) e Advantest (+2,37%). Debole Evergrande (–3,4%)) sulla piazza di Hong Kong.
    (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source