Borsa: Asia debole, focus investitori sull’inflazione

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 08 NOV – Avvio di settimana debole per le Borse asiatiche, con i mercati azionari che continuano a vedere nell’inflazione la principale minaccia alla loro prosperità.
    Tokyo e Seul hanno chiuso in flessione dello 0,3%, Sydney dello 0,1% mentre Hong Kong arretra dello 0,4%. Positive Shanghai (+0,1%) e Shenzhen (+0,2%), con la Cina che a ottobre ha registrato un surplus commerciale record grazie al balzo del 27% delle esportazioni. A Pechino si è aperto il plenum del Partito Comunista, che dovrebbe consolidare il potere di Xi Jinping, in vista del congresso di fine 2022.
    Gli investitori aspettano di conoscere, mercoledì, i dati sui prezzi al consumo in Cina e, soprattutto, negli Stati Uniti, dove potrebbero registrare la fiammata più consistente da tre decenni a questa parte, in scia alla spinta dei prezzi dell’energia e ai colli di bottiglia lungo la supply chain. In assenza di dati macro oggi si guarderà ai discorsi del capo economista della Bce, Philip Lane, e a quelli dei componenti della Fed, Clarida e Evans, oltre che al discorso inaugurale di Jerome Powell alla Fed Diversity Conference.
    In rialzo di circa un punto percentuale il petrolio, con il Wti che tratta a 82,15 dollari e il brent a 83,52 dollari.
    (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source