Borsa: Asia debole su timori inflazione, Europa incerta

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 10 NOV – Borse di Asia e Pacifico in flessione sulla contrazione di Wall Street per i rinnovati timori sul rialzo dell’inflazione a livello globale. Da registrare anche che i prezzi alla produzione in Cina ad ottobre hanno toccato i nuovi massimi storici almeno da ottobre 1996 è queste contribuisce ad alimentare la tensione dei mercati.
    Cedenti i listini cinesi con Shanghai (-0,41%) e Shenzhen 0,25%. Debole Tokyo (-0,61%) con le aspettative di un impatto più limitato in Giappone dal piano di stimolo annunciato dal governo. Tra le altre Piazze Shanghai Controcorrente Hong Kong che a scambi i corso guadagna lo 0,57%. Mentre Seul lascia sul terreno l’1,09 per cento. Future di Europa e Stati Uniti incerti. Sul fronte macro sotto la lente la produzione industriale italiana di settembre.
    Nel primissimo pomeriggio mercati sintonizzati sugli Stati Uniti, con il cruciale segnale dell’inflazione di ottobre, dal quale può dipendere la prossima politica monetaria della Federal reserve. Gli analisti vedono il possibile raggiungimento dei massimi dell’indice dei prezzi al consumo da inizio anni ’90.
    (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source