Borsa: Asia, effetto elezioni in Giappone, Tokyo +2,61%

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 01 NOV – Listini in larga parte positivi in Asia e Pacifico nel primo giorno della settimana che segna l’inizio del mese di novembre. Brillante in particolare Tokyo (+2,61%) dopo il voto di domenica in Giappone, che si è concluso con la vittoria del primo ministro uscente Fumio Kishida e il rafforzamento dell’attuale coalizione di governo. Bene anche Taiwan (+0,48%), Seul (+0,28%) e Sidney (+0,64%), aperte Hong Kong (-1%), Shanghai (-0,08%) e Mumbai (+0,58%). Positivi i futures in Europa e negli Usa in attesa delle decisioni di politica economica delle banche centrali. Dopo che lo ha fatto giovedì scorso la Bce, tocca domani alla Banca del Giappone, seguita mercoledì 2 novembre dalla Fed e il giorno successivo dalla Bank of England. A stagione delle trimestrali ancora in corso e con gli indici Pmi in rialzo in Cina e Giappone, sono attesi oggi gli analoghi indicatori nel Regno Unito e negli Usa, dove sono in arrivo anche gli indici Ism sull’occupazione e sugli ordini manifatturieri. In calendario anche le vendite al dettaglio di ottobre in Germania.
    Con il greggio ancora in calo (Wti -0,78% a 82,92 dollari al barile) insieme a tutti i metalli, ha spinto il listino giapponese il calo dello yen a 114,39 sul dollaro, favorendo i titoli dei grandi esportatori come Honda (+3,88%), Suzuki (+3,37%) e Toyota (+2,17%). In luce anche i produttori di semiconduttori Advantest (+6%) dopo i conti semestrali, Tokyo Electron (+4,28%) e Screen Holdings (+4,35%), che ha alzato le proprie stime sull’intero esercizio. (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source