Borsa: Asia fiacca, scivolano tecnologici Cina, Tokyo -0,36%

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 06 DIC – Borse poco mosse in Asia e Pacifico, con i futures europei e americani in rialzo nonostante il crollo segnato in ottobre dagli ordini di fabbrica tedeschi.
    Con i timori per la variante Omicron del coronavirus sullo sfondo, gli investitori hanno bocciato i titoli tecnologici cinesi in vista di una stretta regolatoria di Pechino, ma puntano al prosieguo degli stimoli economici da parte delle banche centrali per consolidare la ripresa a una settimana dal Comitato Federale della Fed.
    Tokyo ha ceduto lo 0,36%, Shanghai lo 0,5% e Taiwan lo 0,05%.
    Lievi rialzi per Seul (+0,17%) e Sidney (+0,05%), segno meno invece per Hong Kong (-1,69%), ancora aperta insieme a Mumbai (-0,7%) e Singapore (+1,01%).
    In rialzo il greggio (Wti +2,44% a 67,86 dollari al barile), mentre scivola il gas naturale (-2,5% a 87,24 euro al Mwh).
    Positivi tutti i metalli, in rialzo il dollaro sull’euro e sullo yen, stabile invece sulla sterlina. Sotto pressione i tecnologici cinesi Alibaba (-5,11%), Jd.Com (-4,5%), NeatEase (-4,7%) e Tencent (-3,2%) quotati ad Hong Kong. A Tokyo difficoltà per gli automobilistici Suzuki (-2,59%) e Subaru (-1,45%). Contrastati i produttori di semiconduttori Tokyo Electron (+1,28%), Advantest (-1%), Screen Holdings (-1,49%) e Sumco (-5,17%). (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source