Borsa: Asia in ordine sparso, pesa l’Ucraina, Tokyo -0,79%

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 15 FEB – Hanno chiuso in ordine sparso le principali borse di Asia e Pacifico sui timori di un possibile attacco della Russia in Ucraina. Tokyo ha lasciato sul campo lo 0,79% e Shanghai ha guadagnato lo 0,5%. Fiacca Taiwan (-0,25%), deboli Sidney (-0,51%) e Seul (-1,03%). Contrastate Hong Kong (-0,95%) e Mumbai (+1,54%). In rosso i futures europei dopo lo scivolone della vigilia, mentre sono contrastati gli analoghi contratti Usa. Inferiore alle stime il Pil giapponese, in arrivo l’indice Zew che misura la fiducia e le condizioni economiche della Germania e dell’Eurozona, nel giorno in cui si riunisce l’Eurogruppo e vengono diffusi i dati sull’occupazione, il Pil e la bilancia commerciale dell’Eurozona. In arrivo dagli Usa le anticipazioni dell’Api sulle scorte settimanali di greggio, con il barile in calo (Wti -0,75% a 94,71 dollari). Scivola anche il gas (-1,26% a 79,75 euro al MWh, e, tra i metalli, sprofonda il ferro (-6,25% a 728 dollari la tonnellata). Debole il dollaro sull’euro e sullo yen, stabile invece sulla sterlina. Sulla piazza di Tokyo tensioni sui produttori di semiconduttori Tokyo Electron (-2,4%) e Sumco (-1,79%). Contrastate Toyota (-1,31%) e Mitsubishi (+1,57%), debole il colosso bancario Nomura (-1,13%).
    Sotto pressione Evergrande (-2,43%) ad Hong Kong. (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source