Borsa: Asia negativa, pesa variante Delta, Tokyo -0,63%

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 09 LUG – Ha prevalso il segno meno davanti agli indici di Borsa in Asia e Pacifico nell’ultimo giorno della settimana di contrattazioni per il moltiplicarsi dei contagi da variante Delta del coronavirus. Con gli occhi degli investitori sul report semestrale di politica monetaria della Fed e in attesa del G20 di Venezia hanno ceduto Tokyo (-0,63%), Taiwan (-1,15%), Seul (-0,96%) e Sidney (-0,93%). Ancora aperte Hong Kong (+0,97%), Shanghai (-0,01%), Singapore (+0,57%) e Mumbai (-0,42%). Positivi i futures sull’Europa, dopo lo scivolone della vigilia, contrastati invece i contratti sugli indici Usa, con il Dow Jones in rialzo e il Nasdaq in arretramento.
    In rialzo le quotazioni del greggio dopo le scorte settimanali Usa (Wti +0,27% a 73,14 dollari al barile), mentre prosegue il calo delle quotazioni dei metalli, con il ferro (-3,27%a 1.169 dollari la tonnellata) e l’alluminio (-2,3% a 2.442 dollari la tonnellata) in maggiore difficoltà rispetto all’acciaio (-0,2% a 5.399 dollari la tonnellata) e al rame (-1,4% a 9.323 dollari la tonnellata). Segno meno anche per l’oro (-1,02% a 1.799 dollari l’oncia). Sul fronte valutario si rafforza il dollaro sull’euro, sullo yen e sulla sterlina. Sulla piazza di Tokyo difficoltà per il comparto auto sull’onda lunga delle immatricolazioni in Cina. Suzuki cede il 2,8%, Honda lo 0,66% e Toyota lo 0,26%. Contrastati i bancari Mitsui (+1,13%), Daiwa (+0,97%) e Nomura (-0,4%). (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source