Borsa: Asia sale in scia a Wall Street, deboli listini Cina

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 31 OTT – Seduta positiva sulle Borse asiatiche con i listini che si accodano al rally di Wall Street di venerdì, innescato dall’ottimismo sulla tenuta dei conti aziendali dopo che la trimestrale di Apple ha spinto gli investitori a ributtarsi sui titoli tecnologici.
    Tokyo ha chiuso in rialzo dell’1,6%, Seul e Sydney dell’1,1%, Shanghai dello 0,2% mentre resta debole Hong Kong (-1,2%), che tocca i minimi dal 2005. Shanghai (-0,8%) e Shenzhen (+0,4) sono contrastate, scontando un indice pmi manifatturiero cinese deludente – 49,2 a ottobre, contro il 49,8 atteso – e che segnale ancora un’economia in contrazione.
    Gli occhi degli investitori sono puntati sulla Fed, che mercoledì dovrebbe alzare i tassi di altri 75 punti base. Grande attenzione verrà prestata alla conferenza stampa di Powell per capire se ci sarà un ammorbidimento della narrativa rialzista.
    Il dollaro nel frattempo sale sulle principali valute, con l’euro che cede lo 0,2%, a quota 0,994, mentre i treasury americani si mantengono sopra la soglia del 4%.
    Sul fronte delle materie prime corre il prezzo del grano (+5,6% quello tenero), dopo lo stop della Russia all’intesa per il passaggio delle navi di Kiev dal Mar Nero, surriscaldando anche altre commodities alimentari come il mais e l’olio di palma. Debole il petrolio (wti -1,2% a 86,8 dollari) in scia ai dati sull’economia cinese.
    Sul fronte macro oggi sono attesi i dati sul pil del terzo trimestre in Italia e nell’Eurozona, oltre a quelli, molto caldi, sull’inflazione europea. (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source