Borsa: bene Milano (+0,6%) con Iveco, Azimut e alcune banche

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 12 GEN – Seduta in rialzo per Piazza Affari (+0,6%), come per le altre principali Borse europee, che non sembrano essere rimaste troppo impressionate, come evidenziano alcuni analisti, dai dati dell’inflazione in corsa negli Usa a dicembre. Al top Iveco (+5,7%), al decimo giorno di quotazione, e rally di Azimut (+4,2%), dopo l’indicazione di un utile 2021 record. Bene i petroliferi, a partire da Eni (+1,8%) e dall’impiantistica di Tenaris (+0,8%), con il greggio ancora in salita a sera (wti +2%) a 82,8 dollari al barile e il brent a sfiorare gli 85 dollari. In forma le auto, con Stellantis (+1,8%) e Ferrari (+1,1%). In salita Prysmian (+1%) e Cnh (+0,8%). In ordine sparso le banche, con rialzi per alcune, come Fineco (+3,7%) e Intesa (+2,5%), non per Unicredit (-3,2%), mentre indiscrezioni la indicano tra gli interessati alla russa Otkritie. Tra quelle d’affari rialzi soprattutto per Mediolanum (+1,8%) e Mediobanca (+1,2%). Tra i farmaceutici spicca Diasorin (+2,6%), all’indomani dell’archiviazione dell’inchiesta della Procura di Milano per i test sierologici, e bene Recordati (+0,8%).
    In negativo una parte dell’industria, con Amplifon (-2,4%), Stm (-0,6%) Campari e Leonardo (-0,2%). Nel lusso male Moncler (-0,6%), peggio Ferragamo (-1,9%) e Cucinelli (-5,4%). In calo Tim (-0,2%), in attesa del Cda del 21 gennaio per il piano e la nomina dell’ad e l’ipotesi di opa aperta. Tra i titoli a minore capitalizzazione giù Brembo (-5,3%) e corsa di Giglio Group (+20,5%): (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source