Borsa: Eurobond sostiene piazze Ue, MIlano + 2%, Londra -0,1%

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 08 MAR – L’ipotesi di Eurobond allo studio di Bruxelles per far fronte a maggiori spese militari e nell’energia in Europa a seguito dell’invasione russa dell’Ucraina spinge solo in parte i listini europei. In particolare salgono le piazze finanziarie meridionali come Madrid (+2,77%), Milano (+2,33%) e Lisbona (+1,91%). Più caute Parigi (+1%) e Francoforte (+0,7%), in calo Londra (-0,1%) e Zuriugo (-1%), fuiori dall’Unione Europea. Si assesta a 150 punti il differenziale tra Btp italiani e Bund tedeschi, con il rendimento annuo italiano in calo di 1,5 punti all’1,576% e quello tedesco in rialzo di 8,9 punti allo 0,06%.
    Positivi i futures Usa in attesa della bilancia commerciale, delle vendite e delle scorte di magazzino. In arrivo anche l’anticipazione dell’Api sulle scorte settimanali di greggio.
    Prosegue la corsa del greggio, con il barile Wti a 122,89 dollari (+2,9%) e il Brent a 127,5834 (+3,3%), mentre inverte la rotta il gas (-10,22% a 203,9 euro al MWh).
    In rialzo i bancari Soc Gen (+8,63%), Unicredit (+7,6%), Bper (+6,99%), Bnp (+6,56%), Commerzbank (+7%), Banco Bpm (+7,03%) e Intesa (+5,03%). Prosegue in Piazza Affari la corsa di bene Tim (+7%), mentre in campo energetico si distinguono Saipem (+4,9%) e Tenaris (+2,6%). Acquisti anche su TotalEnergies (+1,55%), Bp (+1,85%) ed Eni (+1,34%), in calo Shell (-0,29%) che ha annunciato il ritiro graduale dalla Russia in sintonia con le decisioni dei Governi. (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source