Borsa: Europa accelera, schiarite su Ucraina, Milano +1,7%

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 15 FEB – Le schiarite sul fronte Ucraino, con il rientro di alcune truppe russe alle basi e l’incontro tra il cancelliere tedesco Olaf Scholz con il presidente russo Vladimir Putin spingono al rialzo le principali borse europee e i futures Usa. La migliore è Parigi (+1,8%), seguita da Milano e Francoforte (+1,7% entrambe), Madrid (+1,39%) e Londra (+0,78%).
    Migliorano ma meno delle stime gli indici Zew della Germania e dell’Eurozona, dove il Pil trimestrale si è mantenuto sui valori attesi. In arrivo dagli Usa le anticipazioni dell’Api sulle scorte settimanali di greggio, con il barile che amplia il calo (Wti -2,83% a 92,75 dollari) insieme al gas (-9,5% a 73,19 euro al MWh), dopo l’accordo tra l’Ue e il Giappone per l’invio di Gnl in Europa. Debole il dollaro sull’euro e sulla sterlina, in rialzo invece sullo yen. In luce le banche, da Bper (+5,7%), Bnp (+3,16%) e SocGen (+3,11%) a Banco Bpm (+3,03%), Bbva (+2,2%), Intesa (+2,28%) e Unicredit (+1,85%). Corrono gli automobilistici Renault (+4,38%), Stellantis (+3,22%) e Bmw (+2,32%) insieme agli estrattivo-minerari Glencore (+1,92%) e ArcelorMittal (+3,28%), che ha creato una joint-venture in Spagna con Enagas e Fertiberia sull’idrogeno. (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source