Borsa: Europa cauta con futures Usa, attesa Fed, Milano +0,4%

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 15 DIC – Borse europee caute nel giorno in cui la Fed riunisce il Comitato federale per decidere su tassi e acquisti di titoli, con il presidente Jerome Powell che potrebbe annunciare l’avvio del cosiddetto ‘tapering’, ossia la loro riduzione degli acquisti di titoli. Parigi (+0,62%) è la migliore, seguita da Milano (+0,44%) e Francoforte (+0,3%).
    Riduce il calo Londra, (-0,23%) , lo amplia invece Madrid (+0,73%). Dopo l’inflazione nel Regno Unito, in Francia,e Spagna, con l’indice dei prezzi all’ingrosso in Germania sono in arrivo dagli Usa le richieste settimanali di mutui, le vendite al dettaglio e le scorte settimanali di greggio secondo l’Eia.
    Proprio il petrolio (Wti -1,5% a 69,66 dollari al barile) prosegue la marcia indietro insieme al gas (-0,22% a 128,02 euro al Mwh), che si mantiene però su livelli record. Contrastati i metalli: tengono l’oro (+0,13%), l’argento ( +0,1%) e l’acciaio (+0,61%), cedono invece il ferro (-1,13%), il nichel (-1,15%), l’alluminio (-0,96%) e il rame (-0,38%). Torna sotto quota 130 punti il differenziale tra Btp e Bund tedeschi (129,4 punti con rendimento in rialzo di 0,2 punti allo 0,933%).
    Deboli i petroliferi Bp (-1,23%), Shell (-1,17%) ed Eni (-1%), più cauta invece TotalEnergies (-0,23%). Riducono il calo gli estrattivo-minerari Rio Tinto (-0,93%), Glencore (-0,78%) e Anglo American (-0,48%). Bene i produttori di microchip Asml (+2,28%), Nordic Semiconductor (+4,36%) ed Stm (+1,58%). In Piazza Affari l’offerta di Bper (+5,99%) su Carige (+17,38%), riaccende i riflettori sul risiko. Brilla anche Bps (+3,31%), seguita da Mps (+1,67%) in attesa del Cda di venerdì prossimo sul Piano. Più cauta Banco Bpm (+0,46%), fiacche Intesa (-0,16%) e Unicredit (-0,28%). Nel resto d’Europa rialzi per SocGen (+0,66%) e Bbva (+0,53%), deboli invece Sabadell (-1,04%) e Commerzbank (-1,25%). Bene Tim (+0,84%) a due giorni dal Cda, deboli invece Vodafone (-1,89%) e Deutsche Telekom (-0,9%).
    Acquisti sugli automobilistici Stellantis (+1,73%), dopo il nuovo software lanciato da Comau, Ferrari (+1,69%) e Renault (+1,45%). (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source