Borsa: Europa cauta, occhi sulle banche centrali, Milano -0,4%

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 26 GIU – Si muovono con cautela le principali borse europee, che hanno digerito il calo dell’indice Ifo tedesco e il ribasso delle stime di S&P sulla Cina, controbilanciate dal rialzo di quelle sull’Eurozona. Non ha praticamente influito il tentato attacco a Mosca delle truppe di Wagner di sabato scorso, fermato da un accordo mediato dalla Bielorussia con il Cremlino. Il rublo è scivolato fino al 3% in apertura a Mosca, per poi riassestarsi su valori normali a 84,63 sul dollaro (-0,2%). Gli occhi degli investitori sono concentrati sul Forum della Bce di Sintra (Portogallo), oggi al primo giorno, con gli interventi dei principali banchieri centrali nel corso delle diverse sessioni. In rosso i future Usa con il dollaro debole a 0,91 euro, 0,785 sterline e 143,09 yen, mentre si rafforza a 7,235 yuan cinesi.
    Calano i rendimenti dei titoli di Stato come sempre quando scendono i listini azionari, per la corsa all’acquisto da parte degli investitori. Si assesta sotto i 163 punti il differenziale tra Btp e Bund tedeschi, con il rendimento annuo italiano in calo di 4,3 punti al 3,93% e quello tedesco di 4,8 punti al 2,3%. Inverte di nuovo la rotta il greggio, che torna in territorio positivo (Wti +0,58% a 69,55 dollari al barile), sale l’oro (+0,79% a 1.932,72 dollari l’oncia) e riduce il rialzo il gas naturale (+3,92% a 33,78 euro al MWh).
    Sui listini continentali riducono il calo banche, da Bper (-2,5%) a Commerzbank (-1,98%), Banco Bpm (-1,61%), Credit Agricole (-1,55%) e Unicredit (-0,65%). Rimangono invece le tensioni sul comparto della difesa. Leonardo cede il 3,89%, Saab il 4%, Dassault il 2,13% e Thales l’1,7%. Il rialzo del greggio spinge in territorio positivo Eni (+0,17%), TotalEnergies (+0,4%) e Shell (+0,26%), mentre riduce il calo Bp (-0,29%). Il rialzo la chimica con Wacker (+1,87%), Lanxess (+0,97%), e Solvay (+0,75%), bene gli estrattivo-minerari Glencore e Antofagasta (+0,62% entrambe) insieme ad Anglo American (+0,7%).
    Segno meno per gli automobilistici Volvo (-2,88%), Renault (-1,74%) e Stellantis (-0,75%). (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source