Borsa: Europa debole attende Wall Street, piatta Milano

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 02 DIC – Borse europee fiacche in attesa di Wall Street dove i future sono in calo. Sui mercati c’è un clima attendista in attesa dei dati sul mercato del lavoro negli Stati Uniti. Si cercano spunti dalle banche centrali per capire quale sarà la portata dei prossimi rialzi dei tassi d’interesse per raffreddare la corsa dei prezzi. I rendimenti dei titoli di Stato, intanto, registrano una nuova seduta in flessione.Sul fronte valutario l’euro sale a 1,0528 sul dollaro.
    Poco mosso l’indice d’area stoxx 600 (-0,05%). In calo Londra e Parigi (-0,2%), piatte Milano (+0,01%) e Madrid (-0,03%) mentre è in controtendenza Francoforte (+0,27%). Sui listini pesa l’energia (-1,4%) con il petrolio in altalena. Il Wti sale a 81,39 dollari al barile (+0,2%) e il Brent a 87 dollari (+0,1%). Vendite anche su banche (-0,3%) e assicurazioni (-0,4%). In lieve rialzo le utility (+0,2%), con il gas che scende a 135 euro al megawattora (-2,7%). Salgono anche le Tlc (+0,26%) ed i tecnologici (+0,4%).
    Tra le materie prime in ordine sparso i metalli. L’oro sale 1.800 dollari l’oncia (+1,3%) e l’argento a 22,67 dollari (+2,7%). In calo l’alluminio (-0,4%) e il nichel (-0,1%).
    A Piazza Affari mostra i muscoli Amplifon (+3%) a 28,5 euro per azione. Bene anche Campari (+2,3%) e Diasorin (+1,8%). In ordine sparso le banche con Mps (+1,6%) e Intesa (+0,1%) mentre sono in calo Bper (-1,5%), Banco Bpm (-0,6%) e Unicredit (-0,4%). Male l’energia dove Tenaris cede il 2% e Eni l’1,2%. In forte rialzo Dea Capital (+28,7% a 14,7 euro) che si avvicina al prezzo di 1,5 euro per azione dell’opa De Agostini. Tim torna a perdere terreno (-1,2% a 0,21 euro) (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source