Borsa: Europa debole con indici Zew e futures, Milano -0,48%

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 07 SET – Rallentano le principali borse europee con il futures Usa che girano al ribasso in attesa della riapertura di Wall Street, ieri chiusa per la Festa del lavoro.
    In calo gli indici Zew che misurano la fiducia economica in Germanai e nell’Ue, mentre è stata confermata in meglio la lettura finale del Pil dell’Unione. Milano cede lo 0,5%, fanno leggermente meglio invece Londra, Francoforte e Madrid (-0,3% tutte) , mentre Parigi (-0,13%) cerca di agganciare la parità.
    Meglio delle stime la bilancia commerciale cinese e la produzione industriale tedesca di luglio, così come il tasso di occupazione nell’Ue, di cui è uscita oggi la lettura finale.
    Si confermano in calo il greggio (Wti -0,65% a 68,83 dollari al barile), che scende sotto la soglia dei 69 dollari, e i principali metalli ad eccezione dell’acciaio (+1,42%) e dell’alluminio (+1,69%). Ridiscende sotto quota 107 punti lo spread tra Btp e Bund tedeschi, ma salgono i rendimenti, da quewllo tedesco (+3,8 punti), negativo per lo 0,331% a quello francese (+4,1 punti allo 0,01%) per finire con quello italiano (+4,7 punti allo 0,735%), che registra il maggior rialzo.
    In campo automobilistico cedono Stellantis (-1,32%) e Renault (-1,1%), dopo il calo del 15% delle vendite di auto in Francia in agosto. Il recente rialzo del gas, che oggi arretra dell’1,07% a 4,64 dollari per Mmbtu (28,26 metri cubi) pesa sui produttori di energia elettrica da Enel (-1,3%) a Edp (-1,85%), Iberdrola (-1,15%) ed Engie (-1,14%). Azzera il rialzo Eni (+0,15%), mentre girano in calo TotalEnergies (-0,76%), Shell (-0,41%) e Bp (-0,1%). Prosegue la corsa del produttore di microchip Asm International (+2,25%), spinto dagli analisti di Exane, mentre frena in Piazza Affari Stm (-0,18%). Acquisti sui titoli del lusso da Richemont e kering (+1,5% entrambe), a Moncler (+1,16%) ed Lvmh (+1,25%), dopo la riapertura delle frontiere ad Hong Kong. Fiacca Ferragamo (-0,2%) in attesa della semestrale. In campo bancario frenano Mps (-0,3%), Unicredit (-0,4%), Intesa (-0,35%), Bper (-0,56%) e Banco Bpm (-1,14%).
    Positive Commerzbank (+2,52%) e Caixabank (+1,21%), insieme a Bbva e Credit Agricole (+0,5% entrambe). (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source