Borsa: Europa debole, futures Usa in calo, Milano -0,35%

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 06 DIC – Borse europee deboli dopo oltre 3 ore di scambi. In calo i futures Usa in vista delle anticipazioni sulle scorte settimanali di greggio e all’indomani dello scivolone per i timori di un inasprimento della Fed sui tassi dopo dati macro migliori delle stime. In Europa la peggiore è Madrid (-0,51%), preceduta da Milano (Ftse Mib -0,35%), Londra e Parigi (-0,3% entrambe) e Francoforte (-0,25%).
    Si allenta la tensione sui titoli di stato, con il differenziale tra Btp e Bund decennali tedeschi in calo a 184 punti secchi e il rendimento annuo italiano in ribasso di 5,9 punti al 3,68% e quello tedesco di 3,6 punti all’1,838%. Amplia il calo il greggio (Wti -1,01% a 76,14 dollari al barile), debole anche il gas (-0,31% a 134,27 euro al MWh) insieme ai metalli, ad eccezione dell’oro (+0,06% a 1.775,03 dollari l’oncia) e dell’argento (+0,1% a 22,51 dollari l’oncia). Debole il dollaro, che scende a 0,9523 euro.
    Segna il passo TotalEnergies (-2,64%), che sta valutando di ridurre gli investimenti nel Mar del Nord a causa dell’annunciato rialzo della tassa sugli utili nel Regno Unito.
    Deboli anche Bp (-1,46%) e Shell insieme a Eni (-1,29% entrambe). Si muove in controtendenza il settore delle utility a partire da quelle più esposte sulle rinnovabili come la danese Orsted (+2,19%) ed Erg (+2%), più caute Enel (+0,32%) ed A2a (+0,27%). Deboli in campo automobilistico Volvo (-3,33%), Renault (-1,54%), Ferrari (-1,48%) e Stellantis (-1%). (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source