Borsa: Europa debole, male Milano (-1,4%), scivola Vienna

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 19 NOV – Resta alto il nervosismo sui mercati azionari del Vecchio continente dopo diversi provvedimenti contro la pandemia Covid: la Borsa peggiore è quella di Vienna, che cede il 2,6% dopo la decisione del governo austriaco di un lockdown quasi immediato.
    Tra notevoli alti e bassi, male anche Madrid (-1,6%) e Milano che cede l’1,4% con l’indice Ftse Mib: sono i due mercati sui quali maggiormente pesa il settore bancario, molto debole. Meno intensa la corrente di vendite sui listini di Amsterdam e Parigi (-0,7%), Londra (-0,6%) e Francoforte, che cede lo 0,3%.
    In Piazza Affari prosegue il brusco calo di Autogrill (-8% a 6,1 euro) storicamente tra i titoli più penalizzati quando in Europa si parla di provvedimenti restrittivi. Sempre male Mps (-4,3%) e Unicredit (-4%), con Leonardo che perde il 3,9%, Intesa il 3,7% e Stellantis il 3,4%. Prosegue la forte controtendenza di Tim (+3,5%), che fa di qualche frazione meglio anche dei gruppi farmaceutici, con Recordati che sale del 3,3% e Diasorin del 3,2%. (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source