Borsa: Europa e Milano (-2,3%) male dopo Wall street

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 13 GIU – Resta violenta la corrente di vendite in Piazza Affari e sulle principali Borse europee dopo l’avvio molto pesante di Wall street: Amsterdam è la Borsa peggiore in Europa e cede il 2,6% dopo aver toccato una perdita di tre punti percentuali, seguita da Parigi e Milano in calo del 2,3%. Sui due punti percentuali il ribasso di Francoforte e Madrid, Londra prova a contenere le perdite con un calo dell’1,2%.
    L’euro resta debole su quota 1,045 contro il dollaro, sempre sotto violenta pressione i titoli di Stato: il Btp a 10 anni scambia a un tasso del 3,94%, sui massimi di giornata, con lo spread rispetto al Bund tedesco di pari durata a 233 punti dopo un livello più elevato di seduta a quota 234.
    In Piazza Affari, sempre ‘maglia nera’ Saipem (-10% con l’accorpamento delle azioni ordinarie e risparmio), seguita da Nexi che cede il 6%. Sempre male in genere le banche (Banco Bpm e Intesa -4%), con Unicredit che limita i danni in calo sotto i due punti percentuali. In controtendenza Recordati e Pirelli, che salgono attorno al punto percentuale. (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source