Borsa: Europa fiacca con Ny, petrolio affonda energetici

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 16 AGO – Proseguono le vendite sulle Borse europee dove gli investitori preferiscono monetizzare i rialzi delle ultime sedute dopo la lettura dei dati, inferiori alle attese, sull’andamento dell’economia cinese, le tensioni geopolitiche alimentate dall’Afghanistan, l’avanzata della variante Delta e la costante inquietudine per una prossima possibile riduzione degli stimoli da parte della Fed.
    Londra cede l’1,1%, Parigi lo 0,8% e Francoforte lo 0,4%.
    Milano allarga allo 0,8% le perdite del Ftse Mib dopo l’avvio fiacco di Wall Street. Guidano i ribassi sui listini i titoli energetici (-1,8% l’indice Stoxx di settore), le vendite al dettaglio (-1,6%), le banche e le materie prime (-1%). I petroliferi risentono della sbandata del greggio (-3,2% il wti e -2,8% il brent) che scontano i dati deboli dell’economia cinese e i timori per la variante Delta. Lo spread Btp-Bund si allarga a 104 punti base, con il rendimento del nostro decennale allo 0,558%.
    A Piazza Affari soffrono Tenaris (-2,5%), Saipem (-2,3%) ed Eni (-2,2%), davanti agli industriali Leonardo (-2,1%), Cnh (-2%) e Stellantis (-1,7%). Fiacche anche le banche con Banco Bpm (-1,7%) e Bper (-1,4%). (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source