Borsa: Europa fiacca con Wall Street positiva, Milano -0,5%

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 29 DIC – Appaiono fiacche le principali borse europee nella penultima seduta intera dell’anno. Il 31 saranno pochi i listini aperti e comunque ad orario ridotto. Un passo indietro dovuto alle inevitabili prese di beneficio dopo gli ultimi rialzi, che oggi riguardano solo Londra (+0,7%) alla riapertura dopo il lungo ponte di Natale. La peggiore è Francoforte (-0,67%), preceduta da Milano (-0,5%), Madrid (-0,42%) e Parigi (-0,41%). In linea con le stime le scorte di magazzino al dettaglio negli Usa (+1,3%), al di sotto invece quelle all’ingrosso (+1,2%).
    In calo il greggio (Wti -0,33% a 75,71 dollari) all’indomani delle previsioni sulle scorte di greggio al di sopra delle stime dell’Api e in attesa del dato che comunicherà in serata l’Eia.
    Cede ancora il gas (-5,24% a 101 euro al MWh), con le navi di gas liquido (Gnl) in arrivo in Europa dagli Usa per arginare le scorte di metano. Stabile a 135,1 punti il differenziale tra Btp italiani e Bund tedeschi, ma sale ulteriormente il rendimento annuo dei titoli decennali (+5,7 punti all’1,149%).
    Deboli i petroliferi Eni (-1,31%), TotalEnergies (-1,15%), Bp (-0,92%) e Shell (-0,67%). In calo anche i produttori di semiconduttori Be (-1,5%), Asm (-1,19%), Asml (-0,89%) ed Stm (-0,34%) insieme agli automobilistici Daimler (-1,55%), Stellantis (-1,14%), Volkswagen (-0,98%), Renault (-0,75%) e Ferrari (-0,62%). Acquisti sui bancari Lloyds (+1,29%), Standard Chartered (+0,82%) e NatWest (+0,75%). Cauta e SocGen (+0,3%), deboli Banco Bpm e Intesa (-0,72% entrambe). Poco mossa Unicredit (-0,04%), lieve rialzo per Bper (+0,25%), più brillante invece Bps (+1,02%), dopo il via libera degli azionisti alla trasformazione in società per azioni. (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source