Borsa: Europa gira in calo, petrolio e gas sopra quota 100

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 01 MAR – Le Borse europee si indeboliscono dopo un avvio incerto, con la sola Londra che si mantiene in territorio positivo (+0,2%) mentre a Francoforte (-0,8%), Parigi (-0,6%) e Milano (-0,3%) prevalgono le vendite, in scia ai timori per le conseguenze del conflitto in Ucraina, dopo una notte di pesanti bombardamenti e un primo round negoziale interlocutorio.
    Le tensioni geopolitiche riportano il petrolio europeo (brent) sopra i 100 dollari (+2,6% a 100,5) mentre il wti sale del 2,2% a 97,8 dollari. Sopra quota 100 torna anche il gas, con il prezzo ad Amsterdam in progresso del 2,4% a 102 euro. In recupero il rublo, che torna sotto quota 100 nel cambio con il dollaro mentre a Londra recuperano terreno le quotazioni dei depositary receipts di alcune grandi società quotate russe, anche se i rimbalzi cancellano solo in minima parte quanto la valuta e le azioni russe (la Borsa di Mosca è chiusa per il secondo giorno consecutivo) hanno perso negli ultimi giorni.
    In forte calo lo spread tra Btp e Bund, che si porta a quota 151 (-6 punti base) sulle aspettative per una politica monetaria più accomodante da parte della Bce, alla luce della crisi in Ucraina. Il rendimento del nostro decennale si riduce di quasi nove punti base, poco sopra l’1,6%. (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source