Borsa: Europa gira in rosso con Wall Strett, Milano scivola

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 10 SET – Peggiora l’umore delle Borse europee che risentono delle incertezze di Wall Street, appiattitasi dopo una partenza positiva, e dei timori per un quadro macroeconomico minacciato dall’inflazione, dalla riduzione degli aiuti delle banche centrali e da una ripresa che potrebbe indebolirsi a causa del Covid mentre l’alto livello delle quotazioni azionarie accentua il pericolo di brutte cadute.
    Milano cede lo 0,8% con Parigi e Francoforte che passano in negativo (-0,1%), e Londra che galleggia sulla parità. A New York, che chiuderà settembre in rosso, primo mese con il segno meno da gennaio, il Dow Jones cede lo 0,3% l’S&P 500 lo 0,2% mentre il Nasdaq è invariato. Durante la settimana diversi analisti hanno pubblicato commenti cauti sul mercato azionario Usa, le cui valutazioni stellari sono minacciate da una ripresa che rischia di indebolirsi e da messaggi incerti sul tapering della Fed.
    Rialzo generalizzato per i rendimenti dei titoli di Stato, con lo spread btp-bund stabile a 104 punti base ma il rendimento dei Btp decennali in crescita di 3 punti allo 0,7%. Salgono anche i rendimenti dei treasury mentre il dollaro perde quota dopo che il rialzo dei prezzi alla produzione negli Usa si è rivaleto leggermente più consistente delle attese si Rimbalza il petrolio, con il wti (+1,8%) a ridosso dei 70 dollari al barile.
    A Milano Tim indossa la maglia nera (-3%), davanti ad Atlantia (-2,8%) e alle utilities, tutte pesanti. (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source