Borsa: Europa giù nel finale, fiacca New York, Milano -0,4%

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 29 DIC – Finale di seduta negativo per le principali borse europee, con i pochi investitori rimasti attivi pronti a trarre vantaggio degli ultimi rialzi post-natalizi. Fa eccezione Londra (+0,76%), che è rimasta chiusa fino a ieri.
    Nella penultima seduta intera dell’anno cede soprattutto Francoforte (-0,75%), che insieme a Milano (-0,4%) chiudono l’anno domani. Scambieranno il 31 dicembre ad orario ridotto invece Parigi (-0,34%) e Madrid (-0,3%), insieme alla City e a New York, i cui indici sono contrastati (Dow Jones +0,13%, Nasdaq -0,13%), dopo dati in linea con le stime sul fronte delle scorte al dettaglio (+1,3%) e al di sotto per quelle all’ingrosso (+1,2%).
    Inverte la rotta il greggio (Wti +1,54% a 77,14 dollari al barile) dopo il calo sopra le stime delle scorte settimanali Usa (-3,57 milioni di barili). Cede ancora invece il gas (-8,15% a 97,9 euro al MWh), che si porta sotto la soglia dei 100 euro al MWh con le navi di gas liquido (Gnl) in arrivo in Europa dagli Usa per arginare le scorte di metano. In ribasso a 134 punti il differenziale tra Btp italiani e Bund tedeschi, con il rendimento annuo dei titoli decennali in crescita di 5,6 punti all’1,147%.
    Riducono il calo i petroliferi Eni (-0,86%), TotalEnergies (-0,67%), Bp (-0,27%) e Shell (-0,16%). Lo ampliano invece i produttori di semiconduttori Be (-2,6%), Asm (-1,97%), Asml (-1,78%) ed Stm (-0,57%). Tensione anche sugli automobilistici Daimler (-1,75%), Volkswagen (-1,43%), Stellantis (-0,96%), Renault (-1,03%) e Ferrari (-0,97%). Confermati gli acquisti sui bancari Lloyds (+1,28%), Bankinter (+0,76%), Standard Chartered (+0,59%) e NatWest (+0,57%). Lieve rialzo per SocGen (+0,45%), mentre riducono il calo Banco Bpm (-0,23%) e Intesa (-0,46%).
    Fiacca Unicredit (-0,13%), positive Bper (+0,5%) e Bps (+1,4%), dopo il via libera degli azionisti alla trasformazione in società per azioni. (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source