Borsa: Europa in calo attende Wall Street, Milano -0,3%

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 15 NOV – Le Borse europee proseguono in calo dopo la brusca frenata del Pil dell’Ue ed in vista dell’avvio di Wall Street dove i future sono in rialzo. In netto calo i rendimenti dei titoli di Stato con gli investitori che scommettono su politiche monetarie meno aggressive da parte delle banche centrali. Sul fronte valutario l’euro prosegue la fase di rafforzamento sul dollaro a 1,0414. La moneta unica guadagna lo 0,8% sul biglietto verde, portandosi ai livelli di inizio luglio scorso.
    Poco mosso l’indice d’area stoxx 600 (+0,04%). Si muovono in terreno negativo Milano (-0,35%), Madrid (-0,57%), Francoforte (-0,35%), nonostante l’indice Zew migliore delle attese, mentre è in rialzo Parigi (+0,28%). I principali indici del Vecchio continente sono appesantiti dalle tlc (-0,9%), con Vodafone che cede il 6,8% dopo i conti del semestre. In lieve rialzo l’energia (+0,1%), con il petrolio in calo. Il Wti cede lo 0,6% a 85,31 dollari al barile e il Brent lascia sul terreno lo 0,4% a 92,7 dollari. Performance positiva per le utility (+0,8%), con il prezzo del gas che torna a salire. Ad Amsterdam le quotazioni sono in aumento del 10,8% a 126 euro al megawattora.
    A Piazza Affari prosegue pesante Nexi (-10%), dopo la cessione della quota da parte di Intesa Sanpaolo (-1,2%). Male anche Tim (-1,9%), dopo il confronto pubblico tra esponenti del governo e le aziende delle tlc. In flessione Pirelli (-2%).
    Sugli scudi Saipem (+3,3%), dopo le nuove commesse per 800 milioni di dollari. In luce anche Leonardo (+2,1%) e Tenaris (+2%). Bene Prysmian (+1,4%) che si aggiudica una commessa da 60 milioni per lavori negli Emirati Arabi Uniti. (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source