Borsa: Europa in calo in attesa Fed,giù banche e petroliferi

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 03 NOV – Sono in calo le principali Borse europee, nel giorno in cui si attende la riunione della Fed, con gli analisti che guardano a notizie sul tapering, ovvero a restrizioni sulla politica di aiuto messa in campo con la pandemia, mentre sembrano diminuire i timori per un picco di inflazione. In deciso calo intanto il prezzo del petrolio sui mercati, il giorno dopo che il presidente Usa, Joe Biden, ha chiesto all’Opec+ di aumentare la produzione per calmierare i prezzi, dopo le pressioni già messe in atto dagli Usa in occasione del G20. Il greggio Wti del Texas cede così l’1,6% a 82,5 dollari al barile, mentre il Brent del Mare del Nord perde l’1,3% a 83,5 dollari. Torna a salire il prezzo del gas in Europa, con le quotazioni ad Amsterdam che fanno segnare quasi un +8% a 73 euro al MWh, con il Cremlino che il giorno prima ha annunciato un aumento delle forniture dall’8 novembre. In calo l’oro (-0,6%) a 1.781 dollari l’oncia. In Europa la peggiore è Madrid (-0,6%), seguita da Londra (-0,3%), Parigi (-0,1%) e Francoforte (-0,09%).
    L’indice d’area del Vecchio continente, Stoxx 600, è quasi piatto (-0,01%). Pesanti energia e utility. Tra i petroliferi la peggio è di Bp (-2%), nonostante i risultati del trimestre, e Total (-1,9%), con eccezioni in positivo come Neste (+1,9%). Tra le utility peggio Edp (-4,3%) e Orsted (-2,7%). Banche quasi tutte in negativo, a iniziare da Banco Bilbao (-1,3%) e Abn Amro (-1,1%).
    In rialzo il comparto materiali, in particolare con Antofagasta (+3,1% e Kghm (+2,7%). Nell’informatica rialzi, soprattutto per TeamViewer (+10,5%) e Nemetschek (+3,3%). In ordine sparso le auto, con Ferrari in rally (+4,8%) e cali come quelli di Volkswagen (-2,1%). (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source