Borsa: Europa in cauto rialzo, Milano piatta con banche, Btp

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 16 FEB – Le Borse europee restano in allerta, nonostante i segnali di disgelo sul fronte Ucraino, dove la Russia ha ritirato parte delle sue truppe. I listini segnano rialzi modesti, con Parigi e Francoforte che avanzano dello 0,3% mentre Londra si appiattisce con Milano.
    Piazza Affari viene appesantita dal calo dei titoli bancari che scontano il rialzo dei rendimenti dei Btp, saliti in mattinata fino al 2%, livello che non toccavano da maggio 2020.
    Mps cede il 2,6%, Unicredit l’1,4%, Banco Bpm l’1,3% mentre Intesa l’1%.
    I timori per una guerra alle porte dell’Europa si mescolano a quelli per una corsa dei prezzi che pare inarrestabile e potrebbe costringere la Bce ad anticipare una stretta monetaria che la vede in ritardo rispetto alle altre banche centrali. Oggi l’inflazione in Gran Bretagna ha segnato a gennaio un balzo del 5,5%, il più alto da trent’anni mentre c’è attesa per le minute della Fed che verranno pubblicate stasera e che potrebbero dare nuove indicazioni sull’aumento dei tassi e la riduzione dell’acquisto di asset da parte della Fed. Lo spread Bpt-Bund si richiude a poco meno di un punto base, a quota 166 mentre il rendimento dei Btp si attesta ora all’1,97% (+1,6 punti base).
    Il petrolio è in recupero (+1,2%) dopo lo scivolone di ieri con il wti che torna sopra quota 93,1 dollari e il Brent sopra i 94,3, spingendo al rialzo i titoli dell’energia, miglior comparto in Europa (+1,2% l’indice Stoxx di settore) davanti a quelli dell’informatica (+0,7%). In calo a 68 euro (-3,6%) le quotazioni del gas naturale ad Amsterdam. (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source