Borsa: Europa in ordine sparso, si guarda a Ucraina

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 05 APR – Le Borse europee si muovono in ordine sparso, in attesa di capire la portata di nuove eventuali sanzioni a Mosca per crimini di guerra in Ucraina. I mercati sono sostenuti dalle utility, con il calo del prezzo del gas, e dall’energia, mentre il petrolio continua a salire. Sotto i riflettori anche le valutazioni sull’andamento della crescita economica globale, in attesa della riunione dell’Ecofin. Sul fronte valutario l’euro sul dollaro scende a 1,0965 a Londra.
    L’indice d’area stoxx 600 guadagna lo 0,2%. In positivo Francoforte (+0,3%) e Madrid (+0,6%), in calo Londra (-0,2%) e Parigi (-0,3%). Corrono le utility (+0,8%), dove si mettono in mostra Endesa (+1,2%) e Iberdrola (+1,9%). Sul fronte del gas il prezzo scende ad Amsterdam a 107 euro al Mwh (-2,5%). In flessione anche a Londra a 240 penny al Mmbtu (-1,7%).
    Andamento positivo anche per le Tlc (+0,5%), ‘informatica (+0,4%) e le auto (+0,6%). Fiacche le banche (-0,6%), mentre tornano a salire i rendimenti dei titoli di Stato. In controtendenza le Assicurazioni (+0,1%). Poco variata l’energia (+0,03%), con il petrolio in rialzo. Il Wti si attesta a 104 dollari al barile (+1,2%) e il Brent a 108 dollari (+1,1%).
    Tra le altre materie prime è in lieve rialzo anche l’oro che raggiunge 1.931 dollari l’oncia (+0,1%). In positivo anche l’argento, in aumento dello 0,2%. (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source