Borsa: Europa migliora dopo il bollettino Bce, Milano +0,25%

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 05 AGO – Si confermano contrastate le principali borse europee, che guadagnano qualche posizione dopo la diffusione del bollettino della Bce con le stime sull’Eurozona. La migliore è Parigi (+0,43%), seguita da Milano (+0,25%) e Francoforte (+0,1%). In lieve calo Londra e Madrid (-0,07% entrambe). Meglio delle stime gli ordini di fabbrica di giugno in Germania (+4,1% a fronte di un +1,9% atteso), mentre meno del previsto la produzione industriale in Francia (+0,5% contro il +0,6% atteso). In agenda la decisione della Banca d’Inghilterra sui tassi, attesi invariati allo 0,1%. Positivi i futures Usa in attesa delle richieste di sussidi di disoccupazione, del saldo della bilancia commerciale e del discorso di Cristopher Weller della Fed.
    Gira in rialzo il greggio (Wti +0,04% a 68,19 dollari al barile) mentre appaiono contrastati il ferro (-2,79% a 906,5 dollari la tonnellata) e l’acciaio (+1,34% a 5.431 dollari la tonnellata). Stabile il dollaro a 1,18 sull’euro, in rialzo a 109,61 yen, debole invece a 1,39 sulla sterlina. In calo a 103,7 punti lo spread tra Btp e Bund, con il rendimento allo 0,537% (-1,4 punti).
    In luce i produttori di semiconduttori Asm (+2,29%), Bde (+1,93%), Asml (+1,43%). Più cauta invece Stm (+0,13%) a Milano e a Parigi, effetto conti sulla tedesca Prosieben (-4,3%).
    Deboli gli automobilistici Daimler (-1,33%), e Bmw (-0,7%) a differenza di Ferrari (+2,22%), spinta dagli analisti di Bloomberg, secondo i quali con il nuovo amministratore delegato Benedetto Vigna in settembre il Gruppo accelererà sull’elettrificazione della gamma. Segno meno per Stellantis (-0,39%), giù Continental dopo i conti (-2,57%) con un impatto di 500 milioni dovuto all’aumento dei prezzi delle materie prime. Debole di rimando anche Pirelli (-0,98%). In campo bancario frenano Lloyds (-3,1%), Credit Agricole (-1,02%), NatWest (-0,81%) e CaixaBank (-0,47%). Contrastate in Piazza Affari Unicredit (+0,95%), Mps (+1,1%), Intesa (-0,24%), Bper (-0,21%) e Banco Bpm (-0,12%). (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source