Borsa: Europa nervosa dopo Wall street, pesa Ucraina

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 18 FEB – Mercati azionari del Vecchio continente in peggioramento sulle tensioni crescenti in Ucraina: dopo l’avvio di Wall street, la Borsa peggiore è quella di Francoforte che cede un punto percentuale, seguita da Madrid (-0,7%) e Amsterdam, che perde lo 0,6%. Piazza Affari è in calo dello 0,3% nell’indice Ftse Mib, con Londra che ondeggia attorno alla parità.
    Senza grandi tensioni il prezzo del gas naturale, con l’Europa che ancora viene sostenuta dalle forniture dagli Stati Uniti: sui mercati telematici del Vecchio continente il gas naturale scende del 3% tra i 73 e i 74 euro al Megawattora.
    In Piazza Affari, che guarda anche allo spread piuttosto calmo attorno a quota 162, restano tonici Banco Bpm e Bper, che salgono oltre il punto percentuale anche guardando al riassetto del settore, con Eni in aumento dello 0,8% a 13,4 euro dopo i conti e la conference call dell’amministratore delegato Descalzi. Fiacchi invece Diasorin, Stm, Nexi, Inwit e Pirelli, tutti in calo oltre il punto percentuale. (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source