Borsa: Europa peggiora, pesano Fed e tensioni geopolitiche

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 24 GEN – Le Borse europee ampliano il calo con le tensioni tra Russia e Ucraina che si riflette sull’andamento del prezzo del gas. I mercati guardano anche alla riunione della Fed in programma mercoledì, con i timori di una posizione più aggressiva della banca centrale statunitense sul fronte della politica monetaria. Resta alta l’attenzione sui prezzi delle materie prime con il forte impatto sull’inflazione.
    Sul fronte valutario l’euro sul dollaro è in lieve calo a 1,1327 a Londra.
    L’indice d’area stoxx 600 cede l’1,2%. In rosso Francoforte e Madrid (-1,1%), Parigi (-1,2%), Londra (-0,6%). Sui listini pesa il calo del comparto tecnologico (-2,4%). Male anche le compagnie aeree (-3,1%), le auto (-1,5%). In flessione le utility (-1,1%), con le mosse dei governi per contenere il rincaro delle bollette energetiche e con il prezzo del gas che torna a salire. Ad Amsterdam le quotazioni registrano un rialzo del 5,7% a 83,15 euro al Mwh. A Londra il prezzo sale del 6,5% a 201,59 penny per Mmbtu.
    In flessione l’energia con il prezzo del petrolio in rialzo.
    Il Wti sale a 85,41 dollari al barile e il Brent a 88,22 dollari. Sul fronte delle materie prime in lieve rialzo anche l’oro a 1.842 dollari l’oncia mentre l’argento è in flessione dello 0,7%. (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source