Borsa: Europa pesante con timori Omicron e calo petrolio

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 20 DIC – Le Borse europee proseguono la seduta pesanti. I listini del Vecchio continente risentono dei timori per le eventuali misure di contenimento per fronteggiare l’aumento dei contagi della variante Omicron del coronavirus.
    Sui mercati arriva anche il netto calo del prezzo del petrolio con il Wti che scende sotto la soglia dei 70 dollari al barile.
    Fari puntati anche sulle novità che riguardano la politica economica dell’amministrazione statunitense. Sul fronte valutario, intanto, l’euro sul dollaro è in rialzo a 1,1268 a Londra.
    L’indice d’area stoxx 600 cede il 2,01%. Vendite a Londra (-1,7%), Parigi (-1,8%), Francoforte (-2,2%) e Madrid (-2%). Sui listini pesano l’energia (-2,3%), con il petrolio Wti che scende a 67,73 dollari al barile e il Brent a 70,56 dollari. E’ in rialzo le quotazioni del gas in Europa. Ad Amsterdam le quotazioni registrano un aumento del 3,15% a 141,22 euro al Mwh.
    A Londra le quotazioni avanzano del 4,8% a 361 penny per Mmbtu, l’unità termica britannica equivalente a 28,26 metri cubi. In flessione anche le banche (-2%), con Bnp Paribas poco mossa (-0,04%), dopo la vendita di alcune attività negli Usa, e le assicurazioni (-2,6%).
    Nel Vecchio continente soffrono le auto (-3%), con Volvo (-4%), Volkswagen (-3,9%), Porsche (-3,6%), Renault (-3,7%).
    Male anche la moda (-1,7%), il turismo (-2,7%) e le compagnie aeree (-4%). (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source