Borsa: Europa pesante su timori guerra, Milano -3,5%

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 14 FEB – Le Borse europee proseguono pesanti con i venti di guerra che arrivano dall’Est. Le tensioni tra Russia e Usa per l’Ucraina hanno messo sotto pressione i mercati, con il balzo dei prezzi di gas e petrolio ed il nervosismo sui titoli di Stato. Nel comparto azionario sono energia (-1%), utility (-1,8%) e banche (-3,4%) a subire il maggiore calo. In questo contesto l’euro sul dollaro si indebolisce e scende a 1,1319 a Londra.
    L’indice d’area stoxx 600 cede il 2,4%. Raffica di vendite a Francoforte (-3,1%), Parigi (-2,89%), Madrid (-2,47%), Londra (-1,7%). Maglia nera per Milano (-3,5%). Tra i comparti soffrono anche i tecnologici (-2,9%) e le auto (-2,6%).
    Seduta all’insegna della volatilità per le materie prime. I rialzo il petrolio con il Wti che sale a 93,37 dollari al barile (+0,3%) e il Brent a 94,59 dollari (+0,17%). Avanza il prezzo del gas. Ad Amsterdam le quotazioni sono in rialzo del 7,3% a 83,11 euro al Mwh, dopo aver registrato in mattinata un aumento del +12% a 88 euro. A Londra il prezzo sale del 7,4% sforando i 200 penny per Mmbtu (199,79 penny). Sale anche l’oro che raggiunge 1.856 dollari l’oncia, con un incremento dell’1,67%.
    (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source