Borsa: Europa positiva dopo indici Pmi, Milano tiene (+0,25%)

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 04 NOV – Borse europee positive nel giorno degli indici Pmi dei servizi nei vari Paesi europei migliori delle stime, anche se in qualche caso in ribasso. In particolare è sceso l’indice composito tedesco di ottobre da 45,7 a 45,1 punti, mantenendosi però sopra ai 44,1 punti previsti. La migliore è Parigi (+1,18%), dove la produzione industriale è scesa meno delle stime (-0,8% anziché -1%) e la peggiore è Madrid (-0,14%), dove invece è salita meno delle stime (+3,6% contro il +3,7% previsto e il precedente +5,2%). Guadagna l’1,11% Londra, lo 0,84% Francoforte e lo 0,25% Milano. Positivi i futures Usa in attesa dei dati sulle buste paga e sulla disoccupazione. I mercati hanno ormai digerito il rialzo dello 0,75% dei tassi della Fed di mercoledì scorso e guardano con interesse alla Cina, dove viene data per imminente la fine delle restrizioni per il Covid. A trarne vantaggio sono proprio i titoli del lusso, da Richemont (+3,74%) a Kering (+3,47%), Moncler (+3,46%) e Swatch (+3,56%).
    Determinanti, poi, le trimestrali, come nel caso di Pirelli (+6,4%) e, in senso negativo, di Leonardo (-7,2%), con i timori degli analisti per l’impatto dell’inflazione sul portafoglio ordini, ed Enel (-1,4%), che ha abbassato le stime sull’utile.
    Ha sorpreso gli analisti con la trimestrale anche SocGen (+5,98%), mentre si prepara a diffonderla Intesa Sanpaolo (+0,56%). Scivolone di Mps (-18,14%), che ha chiuso l’aumento di capitale da 2,5 miliardi di euro.
    Rimbalzano gli automobilistici Volkswagen (+2,17%) e Volvo (+2,11%), più caute invece Stellantis (+0,48%), Renault (+0,45%) e Bmw (+0,44%). Sprint di Ferrari (+2,21%). Tengono i petroliferi Shell (+1,17%), TotalEnergies (+0,93%), Eni (+0,77%) e Bp (+0,51%). (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source