Borsa: Europa prosegue la flessione, Milano -1%

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 21 NOV – Giornata senza grandi spunti per le Borse europee che si confermano in flessione in scia alle Piazze asiatiche, spaventate da una possibile nuova stretta da parte della Cina per il riacutizzarsi del covid. Anche i future su Wall Street sono negativi. Il mercato guarda ancora alle banche centrali con la pubblicazione, mercoledì, dei verbali dell’ultima riunione della Fed e, giovedì, delle minute della Bce. Atteso poi il dettaglio dei pmi (mercoledì) di Francia, Germania, Eurozona e Usa in una settimana corta, almeno sui mercati finanziari americani chiusi il giorno del Ringraziamento (giovedì) e, venerdì, in orario ridotto per il Black Friday.
    Nel Vecchio Continente la peggiore è Milano (Ftse Mib -1,1% a 24.404 punti) con una serie di big che staccano la cedola: Eni(-2%), Intesa Sanpaolo (-2,18%), Mediobanca (-7,6%), Mediolanum (-3%), Recordati (-1,6%), Poste (-3,2%), Terna (1-,3%), Tenaris (-1%).
    Vendite su Saipem (-5%) con la flessione del greggio (wti -0,5% a ridosso degli 80 dollari , brent -0,6% a 87 dollari al barile) e la vicenda Gnl3 in Algeria. Tim perde il 2,3% in attesa delle mosse dell’esecutivo sulla rete unica. Al debutto sul Star sale dell’1,46% Revo Insurance. Lo spread tra Btp e Bund conferma quota 191 punti con il rendimento del decennale italiano al 3,92%.
    Tra le altre Piazze, Francoforte cede lo 0,6%, Parigi lo 0,19% e Londra un marginale 0,04%. Tra le commodity, il gas riduce il rialzo (+1,4%) a 117 euro al megawattora. Sul fronte dei cambi l’euro resta a 1,0246 sul dollaro. (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source