Borsa: Europa resta pesante con lusso e auto, Londra -2%

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 19 AGO – I mercati azionari del Vecchio continente approcciano la boa di metà seduta ancora in terreno ampiamente negativo: Parigi resta la peggiore con i titoli del lusso e cede il 2,4%, seguita da Londra in calo di due punti percentuali, Milano in ribasso dell’1,7% e Francoforte dell’1,6%.
    Con i futures sull’avvio di Wall street in rosso, gli operatori guardano sempre agli orientamenti della Fed sul programma di acquisto dei titoli di Stato, che comunque rafforzano il dollaro, e alla debolezza del prezzo del petrolio, ai minimi da maggio attorno anche sotto i 63 dollari al barile.
    In questo contesto nella capitale francese gli annunci della Cina su un inasprimento delle tasse sui ceti elevati e una stretta sui prodotti di lusso di importazione stanno facendo perdere il 7% a Kering e il 4,5% a Lvmh, dopo pesanti cali registrati già ieri. A Londra lo scivolone delle materie prime pesa i titoli minerari (Anglo Amer ha toccato un ribasso del 10%), con il settore auto generalmente debole con l’ipotesi di taglio della produzione per Toyota a causa della crisi di approvvigionamento di semiconduttori.
    In Piazza Affari, dove l’indice dei titoli principali ha toccato un minimo di giornata a 25.715 punti, l’onda lunga delle vendite sui titoli della moda colpisce Ferragamo (-5%) e Moncler (-4,3%). Male anche Stm, Exor e Tenaris tutte in calo di tre punti percentuali, con Eni che perde il 2,7% e Stellantis il 2,5%.
    Le banche, che guardano anche allo spread in tenuta tra 105 e 106 punti base, si muovono sostanzialmente in linea con il listino, con Mps piuttosto tranquilla in calo di circa un punto percentuale. Piatte alcune utilities, Terna ondeggia attorno alla parità. (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source