Borsa: Europa riduce calo, incertezza vaccini, Milano -0,6%

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 23 MAR – Riducono il calo le principali borse europee per effetto delle nuove misure restrittive anti-Covid e dell’incertezza nelle campagne di vaccinazione. Piazza Affari (Ftse Mib -0,6%) si conferma in coda, preceduta da Parigi (-0,37%), Londra (-0,29%), Francoforte (-0,03%) e Madrid (+0,47%), che ha girato in positivo. da Francoforte e Parigi (-0,5%), Londra (-0,35%) e Madrid (-0,03%). In rosso anche i futures Usa in attesa del Red Book sul commercio e dell’intervento del presidente della Fed Jerome Powell e di altri membri del Fomc. In arrivo gli indici della Fed di Richmond, sulla manifattura e sui servizi. Dall’Italia sono attesi gli ordini e le vendite industriali di gennaio.
    Il forte calo del greggio (Wti -3,75% a 59,26 dollari al barile), sceso sotto la soglia dei 60 dollari, fa scivolare Bp (-3,55%), Shell (-2,85%) e Total (-1,8%), mentre si muove con più cautela Eni (-1,12%). Sotto pressione anche gli automobilistici Volkswagen (-3,14%) e, a monte della catena di controllo, Porsche (-5,38%), la finanziaria della famiglia Porsche-Piech. Giù Daimler (-1,94%), Renault (-3,12%) e Stellantis (-2,18%) a differenza di Ferrari (+0,44%). Acquisti sui telefonici Cellnex (+3,49%), Bt (+2,26%), Vodafone (+1,78%), Deutsche Telekom (+1,76%) e Tim (+2,27%). Con lo spread in rialzo a 97,3 punti, ma il rendimento decennale in calo di 2,2 punti allo 0,623%, cedono Unicredit (-1,17%), Intesa (-1,02%) e Banco Bpm (-0,82%). Più cauta Bper (-0,13%). Deboli a Parigi SocGen (-1,74%) e Bnp (-1,14%), in controtendenza a Madrid Bbva (+1,11%), CaixaBank (+1,15%) e Santander (+0,8%). Segno meno a Londra per Barclays (-0,94%), poco mossa Commerzbank (-0,38%) a Francoforte. (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source