Borsa: Europa sale con Lagarde e futures Usa, Milano +0,9%

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 11 GEN – Borse europee positive a fine mattinata, dopo che la presidente Christine Lagarde ha assicurato che la Bce è “preparata per continuare ad assicurare la stabilità dei prezzi in questo mondo che cambia rapidamente”.
    Positivi i futures Usa con la fiducia delle piccole imprese americane in rialzo sopra le stime a 98,9 punti. In arrivo anche le richieste settimanali di mutui e le anticipazioni dell’Api (American Petroleum Institute) sulle scorte settimanali di greggio, scese la scorsa settimana di 6,43 milioni di barili.
    Atteso in serata l’intervento del presidente della Fed Jerome Powell davanti alla Commissione Bancaria del Senato Usa.
    Sale a 134,3 punti lo spread tra Btp e Bund decennali tedeschi, con il rendimento italiano annuo in rialzo di 1,1 punti base all’1,295%. In progresso il greggio (Wti +1,57% a 79,46 dollari al barile) a differenza del gas (-0,72% a 84 euro al Mwh). Positivi i metalli tranne il rame (-0,87%) e l’oro (-0,02%). In calo il dollaro a 1,133 sull’euro e a 1,359 sulla sterlina, mentre risale a 115,39 yen.
    Acquisti sui produttori di semiconduttori Be (+6,67%), Asm (+4,35%), Stm (+2,38%) e Infineon (+2,04%) dopo la raccomandazione d’acquisto di Citigroup. Tengono Stellantis (+0,73%) e Bmw (+0,55), risale la china Volvo (-0,5%), mentre aumenta il calo Daimler (-0,8%). Acquisti sui farmaceutici Diasorin (+2,13%; Recordati +1,52%), Bayer (+2%) e Sanofi (+1,55%), Rialzi per i petroliferi TotalEnergies (+1,53%), Shell (+1,33%), Bp (+1%) ed Eni (+0,82%), mentre Saipem (+2,5%) è spinta da due nuove commesse per quasi 1 miliardo di euro. In campo bancario sale Bper (+1,17%), che dimezza il rialzo.
    L’Istituto ha scalzato Credit Agricole (+0,41%) con l’esclusiva del Fitd su Carige (-11,2%), congelata anche al ribasso, che si porta vicinissima agli 0,8 euro dell’Opa. Bene Caixabank (+1,45%) e Bbva (+0,91%) insieme a Intesa (+0,59%) e Banco Bpm (+0,57%), poco mossa Unicredit (+0,1%). (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source