Borsa: Europa sui massimi, Milano e Londra +3,5%, crolla gas

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 25 FEB – Le Borse europee viaggiano sui massimi di seduta dopo l’avvio in rialzo di Wall Street mentre le speranze di apertura di un canale diplomatico tra Russia e Ucraina si scontrano con le notizie drammatiche che arrivano da Kiev, dove si intensificano gli attacchi dei militari russi.
    Milano e Londra salgono del 3,5%, Parigi del 3% e Francoforte del 2,8%. Il Dow Jones sale dell’1,2%, l’S&P 500 dello 0,3% e il Nasdaq dello 0,2%. L’indice paneuropeo Stoxx 600 rimbalza del 2,9%, dopo aver perso oltre il 6% nelle ultime cinque sedute e il 10% da inizio d’anno, con gli investitori che provano a ricoprirsi, valutando anche non particolarmente incisive le sanzioni adottate dal fronte anti-Putin. A livello settoriale tirano la volata le utility (+4,5%) e le banche (+3,5%).
    Ritracciano anche i prezzi dell’energia, con il brent sceso a 97,8 dollari, il wti a 92,1 e il gas di Amsterdam in calo del 28,9% a 95,5 euro, e quelli delle derrate alimentari, con il frumento che cede il 6% e il mais il 4%. A rimbalzare sono invece la Borsa di Mosca, dove l’indice Moex sale del 18%, recuperando comunque solo la metà delle perdite di ieri, e il rublo, che recupera l’1% sul dollaro a 83,3.
    Il ritorno dell’appetito per il rischio degli investitori costa una battuta d’arresto all’oro (-3,2% a 1.910 dollari) e ai titoli di Stato, i cui rendimenti oggi sono in rialzo generalizzato con lo spread Btp-Bund poco mosso a 163 punti base. (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source