Borsa: Europa tonica con Wall Street, fiducia su tassi, Cina

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 01 NOV – Le Borse europee proseguono toniche dopo l’avvio in rialzo di Wall Street, con gli investitori che continuano a scommettere sull’avvicinarsi del picco della stretta monetaria da parte delle banche centrali mondiali.
    Milano, Parigi e Londra avanzano dell’1,6%, Francoforte dell’1,4% in attesa della riunione della Fed che domani dovrebbe varare un nuovo aumento del costo del denaro di 75 punti base.
    Sostengono l’umore dei listini anche le voci – rimaste per ora senza conferma – di un possibile addio alla politica ‘zero Covid’ da parte della Cina, all’origine del rally di Hong Kong e di quello del petrolio (+2,7% il wti a 88,7 dollari il barile e +2,4% il brent a 95,1 dollari).
    L’ottimismo degli investitori si manifesta anche sul mercato dei bond, con i rendimenti dei titoli di Stato dell’Eurozona tutti in calo, con il Btp che tira la volata (-12 punti base al 4,16%) e riduce lo spread con il Bund di 5 punti, a quota 210.
    Altri spunti positivi arrivano dalle previsioni meteo, che vedono una persistenza a novembre delle temperature miti sul Vecchio Continente, costringendo il prezzo del gas a flettere ancora (-4,3% a 118 euro al megawattora ad Amsterdam).
    A Piazza Affari si mettono in luce Mps (+5,2%), che ritorna sopra quota 2 euro dopo la buona copertura dell’aumento prima dell’asta dell’inoptato, e Tim (+5,2%) che continua a trattare con Cdp sulla rete ma senza esclusiva. Bene anche Campari (+3,7%) dopo lo shopping negli Usa, Fineco (+2,7%), Amplifon (+2,3%) e Unicredit (+2,3%), che continua a beneficiare, al pari delle altre banche, del rialzo dei tassi. (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source