Borsa: giù Milano (-0,8%), banche incerte, vola Banco Bpm

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 11 FEB – Finale di settimana in rosso per Piazza Affari (-0,8%), come per le altre principali Borse europee, mentre Wall Street procede contrastata, in un clima di tensione per gli investitori, tra inflazione e aria di rialzo dei tassi da parte delle banche centrali, in primis dalla Fed, che hanno causato ripercussioni sui rendimenti dei titoli di Stato. Lo spread Btp-Bund ha chiuso in rialzo a 165,6 punti, col rendimento del decennale italiano salito all’1,95%.
    Tra le banche rally di Banco Bpm (+9,8%), con le indiscrezioni di stampa su un’ipotesi di Opa da parte di Unicredit (-1%), e corsa di Mps (+7,6%), dopo l’intervento del ministro dell’Economia, Daniele Franco, che ha sottolineato l’importanza di solidità per la banca e un futuro in cui considerare eventuali partnership. In positivo anche Bper (+1,5%), non Fineco (-1,3%) e Intesa (-2,2%). Col greggio in rialzo a ser a(wti +2,4%) a 92 dollari al barile e il brent a 93,4 dollari, sono andati bene i petroliferi, da Eni (+1,7%) all’impiantistica di Tenaris (+1%) e a Saipem (+0,3%). Bene Tim (+0,5%) e nell’industria guadagni per Leonardo (+0,7%). Male Iveco (-3,8%), Pirelli (-3,3%) e nel lusso Moncler (-2,9%) e Cucinelli (-3,5%). Tra i farmaceutici pesante soprattutto Diasorin (-2,2%). Auto in rosso, da Ferrari (-1,8%) a Stellantis (-1,1%). In calo Poste (-1,2%), in perdita Enel (-0,5%).
    Tra i titoli a minore capitalizzazione brilla Banca Intermobiliare (+30,8%) il giorno dopo i conti, tonfo di Eukedos (-5,3%), giù la Juve (-3,1%). (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source