Borsa: in Europa realizzi con i tecnologici, vendite su bond

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 28 OTT – I crolli dei titoli tecnologici a Wall Street si fanno sentire anche nel Vecchio Continente, con tutti i listini in calo e il comparto hi-tech oggetti di pesanti vendite (-2,3% l’indice Stoxx di settore, con quello dei semiconduttori che cedono il 3,6%).
    Milano indossa la maglia nera (-1,3%), davanti a Francoforte (-1,2%), Londra (-1%) e Parigi (-0,8%), con gli investitori che monetizzano anche i rialzi della prima parte della settimana nonostante l’economia europea dia segnali di resilienza: il pil di Francia, Spagna e Germania è cresciuto nel terzo trimestre dell’anno mentre l’inflazione continua a mordere in Francia e frena in Spagna.
    Sul fronte dei bond, tornano a salire i rendimenti dopo i crolli di ieri in scia alle scommesse di un rallentamento della stretta monetaria della Bce. Lo spread Btp-Bund risale a 205 punti base, con il rendimento del decennale italiano tornato sopra il 4%, al 4,08%. Risale anche il prezzo del gas, in crescita del 6,8% a 114 euro, anche se la settimana, per la quarta volta, si chiuderà con un saldo negativo, grazie al clima mite che dovrebbe restare sul Vecchio Continente almeno fino a metà novembre. Sul fronte monetario l’euro è fiacco sul dollaro (-0,25% a 0,994) dopo che i dati sul Pil Usa hanno rafforzato lo scenario di un rialzo dei tassi da parte della Fed.
    Sul Vecchio Continente continuano ad affluire trimestrali, con fortune alterne: Volkswagen cede il 2,6%, dopo risultati sotto le attese, mentre corre Eni (+1,4%), che ha battuto il consensus. (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source