Site icon Notizie italiane in tempo reale!

Borsa: l’Europa cauta dopo Wall Street, Milano (+0,05%)

Le Borse europee proseguono caute dopo l’inflazione dell’eurozona e del Regno Unito. Dati in calo fanno ben sperare che le banche centrale decidano di allentare la presa sulla politica monetaria. Sotto i riflettori anche gli esiti delle trimestrali che serviranno a testare lo stato di salute dell’economia. Sul fronte valutario l’euro è in lieve flessione a 1,1220 sul dollaro.
    L’indice d’area stoxx 600 cede lo 0,3%. Tonica Londra (+1,8%), con l’andamento dei prezzi al consumo ai minimi da un anno ma con un mano inferiore alle attese. Positiva anche Parigi (+0,1%). Scendono Francoforte e Madrid (-0,1%), piatta Milano (+0,05%).
    Nel Vecchio continente i listini sono sostenuti dal comparto immobiliare (+5%). Bene anche le utility (+0,8%), con il prezzo del gas che scende a 26,8 euro al megawattora (-0,8%). Sale anche l’energia (+0,7%), con il petrolio in aumento. Il Wti cresce dello 0,7% a 76,3 dollari al barile. Il Brent sale a 80,4%, con un incremento dello 0,9%.
    A Piazza Affari in luce Nexi (+2,1%). Salgono anche Erg (+1,5%), Italgas, Snam, Saipem (+1,4%). In fondo al listino Leonardo (-1,5%), Iveco e Amplifon (-1,4%), Banco Bpm e Moncler (-1,3%). Lo spread tra Btp e Bund si attesta a 163 punti, con il rendimento del decennale italiano al 4,03 per cento.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA



Go to Source

Exit mobile version