Borsa: l’Europa fiacca con le trimestrali e guardando ai tassi

Pubblicità
Pubblicità

Le Borse europee proseguono fiacche mentre si cercano spunti sulla politica monetaria delle banche centrali. La prossima settimana sono previste le riunioni della Fed, Bce e della Banca del Giappone, con gli investitori pronti a scommettere su decisioni meno aggressive sul rialzo dei tassi.
    Sui mercati tiene banco anche il tema delle trimestrali i cui esiti forniranno un quadro dello stato di salute dell’economia.
    L’indice d’area stoxx 600 sale dello 0,1%. Si muovono in terreno positivo Parigi (+0,27%) e Londra (+0,14%). In calo Francoforte (-0,35%), piatta Madrid (+0,08%). I listini sono sostenuti dall’energia (+0,8%) con il petrolio che rialza la testa. Il Wti sale dello 0,8% a 76,27 dollari al barile e il Brent guadagna lo 0,7% a 80,28 dollari. Bene anche le utility (+0,5%), con il gas che corre a 29,27 euro al megawattora (+4,5%).
    Sale il comparto finanziario con le assicurazioni (+0,5%) e le banche (+0,23%). Giornata positiva per le auto (+0,5%)e per il lusso (+0,3%). Prosegue la scia di vendite sui tecnologici (-1,1%), dopo le previsioni del colosso Tsmc.
    Poco mossi i rendimenti dei titoli di Stato. Lo spread tra Btp e Bund scende a 160 punti, con il tasso del decennale italiano al 4,08%. Scendono anche i rendimenti della Grecia al 3,8% (-2 punti base). Sul fronte valutario l’euro è stabile a 1,1127 sul dollaro.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source