Borsa: l’Europa frena, Francoforte in rosso

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 29 NOV – Frenano verso fine seduta le principali Borse europee, ma restano in positivo, tranne Francoforte (-0,1%). La migliore è ancora Londra (+1%), seguita da Madrid (+0,6%) e Parigi (+0,4%). Bene Milano (+0,5%), con lo spread Btp-Bund sui 130,3 punti. I mercati guardano soprattutto all’evoluzione della pandemia da Covid 19 e in particolare alla nuova variante Omicron, con l’Europa impegnata nelle vaccinazioni e l’ipotesi di un vertice Ue in prospettiva.
    L’indice d’area del Vecchio continente, Stoxx 600, guadagna lo 0,7%, trainato dai comparti energia e informatica, mentre pesa in negativo quello salute. Tra i petroliferi, col greggio che continua in rialzo (wti +3,9%) a 10,7 dollari al barile e il brent a 74,8 dollari, bene soprattutto Lundin (+6,4%) e Bp (+3,6%). Tra i semiconduttori spiccano Nordic Semiconductor (+5,1%9 e Asml (+2,8%). Brillante il lusso, da Richemont (+4,2%) a Kering (+3%), meno Lvmh (+0,7%), mentre il giorno prima è morto lo stilista americano Virgil Abloh, direttore artistico della collezione uomo Luis Vuitton e fondatore del marchio Off-White, e che il 2 dicembre paga l’acconto da 3 euro sul dividendo.
    In maggioranza positive le banche, con rialzi come quelli di Abn Amro (+2,6%) e Nordea (+2,2%), con eccezioni come Commerzbank (-0,7%), Intesa (-0,5%) e Banco Bilbao (-0,4%). In ordine sparso le auto, con alcuni guadagni, come per Ferrari (+1,9%) e Volkswagen (+0,6%), e alcune perdite, come per Renault (-1%) e Daimler (-0,3%). In rosso molti farmaceutici, tra cui Ipsen (-2,3%) e Merck (-1,3%), con eccezioni come Glaxo (+1%).
    (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source