Borsa: l’Europa in ordine sparso con WS aperta debole

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 02 NOV – Continuano la seduta in ordine sparso le principali Borse europee, dopo l’apertura debole di Wall Street, in attesa della riunione di domani della Fed e con gli occhi puntati soprattutto ai tempi del tapering, ovvero all’allentamento degli aiuti messi in campo con la pandemia da Covid 19, tra spinte inflattive e rallentamenti che rendono volatili i mercati, come evidenziano alcuni analisti, che tornano a guardare tra l’altro all’andamento dei contagi da Covid 19. Quasi piatto l’oro (-0,08%) a 1.790 dollari l’oncia.
    In Europa la migliore è Francoforte (+0,7%), seguita da Parigi (+0,2%), mentre sono in rosso Madrid (-0,6%) e Londra (-0,5%).
    Nel mezzo Milano (-0,2%), con lo spread a 123,6 punti e il decennale italiano all’1,08%.
    L’indice d’area del Vecchio continente, Stoxx 600, è quasi piatto (-0,07%). Pesano in negativo il comparto energia, con la maggioranza dei petroliferi in rosso, da Bp (-3,8%) a Royal Dutch e Eni (-2% entrambi), con eccezioni come Polski Koncern (-2,2%) e il greggio in calo (-0,6%) a 83,6 dollari al barile e il brent a 84,2 dollari. Male le banche, con qualche tonfo come per Standard Chartered (-8,2%) e cali decisi, come per Barclays (-2,5%) e Bank Polska (-2,3%). In rosso le auto, a iniziare da Daimler (-1,2%) e Bmw (-0,4%). Bene gli investimenti immobiliari, con esempi come Fastighets U+3,6%) e Kojamo (+4,5%). In rialzo i farmaceutici, da Roche (+1,5%) a Sanofi (+1,2%). (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source