Borsa: l’Europa prosegue senza slancio in attesa Lagarde

Pubblicità
Pubblicità

Le Borse europee proseguono in rialzo ma senza particolare slancio, in vista delle parole della presidente della Bce Christine Lagarde. I mercati, orfani di Wall Street chiusa per Labor Day, si muovono in terreno positivo, sostenuti dai segnali che arrivano dalla Cina circa gli stimoli all’economia. Poco mossi i titoli di Stato mentre l’euro sale a 1,0803 sul dollaro.
    L’indice d’area stoxx 600 guadagna lo 0,3%. Positiva Milano (+0,3%), Londra, Parigi e Francoforte (+0,2%), poco mossa Madrid (-0,08%). I listini sono sostenuti dal comparto tecnologico (+0,9%), dalle auto (+0,7%) e dalle banche (+0,2%). Bene anche l’energia (+0,1%), con il prezzo del petrolio poco variato. Il Wti si attesta a 85,53 dollari al barile (-0,04%) e il Brent a 88,58 dollari (+0,05%).
    Seduta in calo per le utility (-0,4%), con il prezzo del gas che cede il 4,3% a 33,9 euro al megawattora. Giornata negativa anche per le Tlc (-0,2%) e l’immobiliare (-0,1%).
    A Piazza Affari prosegue in netto calo Mps (-2,9%), mentre la politica discute della privatizzazione dell’istituto di credito.
    Tra le banche male anche Banco Bpm (-1,2%) e Bper (-0,2%). In flessione Saipem (-2%) mentre nel listino principale brilla Tim (+3,7%), in vista dell’operazione sulla rete. Si mettono in mostra anche Fineco (+2,9%) e Campari (+1,3%). Lo spread tra Btp e Bund sale a 171 punti, con il rendimento del decennale italiano al 4,29 per cento.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source